Blog

Come avere milioni di follower su Instagram: 10 principi infallibili

Guardando qua e la, esaminando me stesso, parlando con amici e colleghi, ho scoperto che la sete di like – quel cuoricino e quel pollice alzato che ci gratificano un po’ nel grigiume di alcune giornate – è una patologia trasversale.

Attraversa ceti sociali, differenze di genere, livelli culturali normalmente distanti, diversi stati di vita: dal prete al professore, dal macellaio all’adolescente, dalla massaia al tassidermista, tutti cercano l’altrui plauso, almeno un po’.

Inutile dire che i social sono proprio il wallalla – o gli inferi – di questi cercatori. E sfido chiunque ad affermare che almeno una volta non abbia provato un piccolo piacere, una sottile interiore gratificazione quando si è accorto che un ragioniere di Pechino ha messo un like sulla foto del nostro cagnolino appena tosato.

E – perché nasconderlo – nel vortice son cascato anche io, con un approccio analitico: mi son chiesto quali siano i principi degli algoritmi che permettono ad una dodicenne che prova trucchi o ad un ventenne palestrato di avere milioni di follower con solo venti foto sul profilo Instagram.

Certo, potrebbero aver usato le applicazioni a pagamento, o servizi (tipo Instadiamond) per aumentare follower e likes (normalmente generati da account fittizi). Oppure essersi affidati a qualche grande maestro (immancabile il Guru Salvatore Aranzulla che anche su questo ci sa insegnare qualcosa, oppure sto tizio che non conoscevo). O forse avranno creato dei Bot collegati alle API di Instagram… Ma sono cose complicate che da sole non giustificano l’esplosione di likes.

Per fortuna è tutto più semplice, e se volete follower su Instagram ecco un metodo infallibile che vi svelo gratuitamente. Basta che non dite a nonna che ho scritto un post su questa cretinata questo tema, altrimenti mi disereda.

Questo metodo si basa su principi che devono essere seguiti tutti assieme. Mettere in pratica solo alcuni di essi produrrà solo un enorme, fragoroso flop, con conseguente prolasso dell’ego.

I 10 principi per avere milioni di follower su Instagram

Principio 1: non è necessario avere alcuna competenza fuori della norma, a parte le poche elencate nei punti successivi. Anzi, essere bravi in qualcosa potrebbe essere dannoso poiché contaminerebbe con ambizioni personali fuori contesto le vostre foto. Se avete quindi scoperto come ricondurre un problema NP-completo ad uno P-completo, se avete ingabbiato il Bosone di Higgs o trovato una nuova fonte di energia rinnovabile, tenetevelo per voi. Instagram è roba seria, non c’è spazio per queste perdite di tempo.

Principio 2: è necessario essere bionde. Se non siete donne è un problema. Quindi non rimane che seguire in maniera alternativa (aut aut) i sottoprincipi:
Principio 2a: diventate donne. Ma può risultare costoso e psicologicamente problematico per chi non sia davvero imbevuto di filosofia gender (che poi forse manco esiste, ma vabbè…). Sconsigliato a chi non è convinto.
Principio 2b: rimanere uomini ma diventare hipster. Barba lunga con capello monolitico e sfumatura ai lati sono quindi d’obbligo, assieme al risvoltino e al mocassino marrone. L’unico inconveniente è la dignità: griderà forte, ma voi la farete tacere schiacciata sotto al peso del milione di follower.

man wearing black and red checkered long sleeve shirt wearing black wayfarer sunglasses sitting on white wooden chair

Hipster look. Una buona alternativa per chi non vuole transitare fra generi. Photo by iiii iiii on Pexels.com

Principio 3: avere grossi seni, attraenti e in vista. Questo se siete donne (o se avete deciso di diventarlo). Per chi è uomo non rimane che avere un fisico scolpito.

Principio 3 bis: per chi non fosse dotato dei requisiti del principio 3, niente paura. E’ sufficiente avere dei seni (dalla prima alla nona, la taglia non conta) oppure avere un fisico (anche rachitico va benissimo), e scaricare una di quelle app per fotoritocco del corpo. Non usare Photoshop o programmi di grafica avanzata: ciò richiede lo sviluppo di competenze che potrebbero generare aspirazioni personali. Come già detto, esse sono l’inizio della fine (vedi Principio 1).

Bene, ora che siete bionde con grosse menne, oppure hipster palestrati, dovete sviluppare – purtroppo – alcuni skills. Niente paura, sono davvero minimi e circoscritti e non vi faranno cadere nella trappola dell’orgoglio di chi sa davvero fare qualcosa.

Principio 4: vestirsi in maniera attraente. Se siete donne, è obbligatorio mettere in mostra la vostra procacità ed esaltarla con vestiti finto-trasandati, sempre ammiccanti. Se siete uomini, date l’impressione di aver preso a caso dei vestiti dall’armadio il cui mix, vedi tu la sorte, è perfetto e si abbina ottimamente coi vostri tatuaggi vergati su bicipiti perfetti (non che debbano essere veri, anche fatti con l’app fotoritocco vanno bene).

Principio 5: truccarsi bene, in maniera da sembrare belli al naturale (anche se poi ci sono quindici centimetri di fondo tinta). Ecco, lo stolido lettore maschio potrebbe dire “ma questa cosa non mi riguarda”. Sbagliato! Errato! Falso! Se sei uomo puoi: rifarti le sopracciglia, depilarti, mettere fondotinta e matita come fanno gli attori.

Principio 6: curare le foto. Questo è davvero il principio più rischioso, perlomeno per chi pensa che per fare foto da mettere su Instagram sia necessario essere bravi fotografi. Attenti, attenti, l’orgoglio e le competenze sono dietro l’angolo. Quando sentite quel formicolio alla testa e una sorta di soddisfazione interiore, smettete subito! Significa che state imparando e ragionando, con conseguente piacere per l’animo. Questo va ovviamente evitato a tutti i costi. Per evitare il danno attenetevi scrupolosamente SOLO ai seguenti sottoprincipi base:

Principio 6a: scegliere l’angolatura giusta, quella che mette meglio in mostra il lato migliore di voi (lato a, lato b, lato bho). Non pensateci troppo, vedete solo quello che vi piace.
Principio 6b: sorridere sempre, meglio se in maniera ammiccante e sbarazzina (donne) oppure sicura di sé e soddisfatta (uomini).
Principio 6c: scegliere le pose giuste. Non penserete mica che per essere naturali si debba davvero essere naturali? Le pose sono fondamentali e basta imparare quelle base: a gambe incrociate, col completo coordinato, in controluce, allungati, di schiena, a sorpresa, al tramonto, dal basso, appoggiata… La lista completa è qui.
Principio 6d: mettere filtri a palla. Esaltate i colori, illuminate la vostra parte migliore. Mi raccomando: usate quelli pre-esistenti per non correre il rischio di sviluppare capacità.

attractive beautiful beautiful girl beauty

Mannaggia, eh? Quando ti fanno queste foto a sorpresa senza avvertire… Photo by Pixabay on Pexels.com

Principio 7: usare i tag giusti. Eh, questo è il punto dove in molti si perdono. Per trovare i tag appropriati cominciano a pensare e… patatrack, gli scattano le ambizioni e magari si mettono in testa di diventare fotografi esperti. Il vero maestro è quello che usa il giusto mix di tag popolari senza pensare.
Esempio: #amicizia, #mare, #sperlonga, #foodporn, #sky, #love, #workout.

Principio 8: influenzare su qualcosa lontano dai valori che hanno mandato avanti il mondo fino al 2010 (anno della creazione di Instagram). Sapete, quelle robe là da vecchi tipo amicizia, senso di responsabilità, amore che dialoga, libertà. No, no, serve qualcosa di più smart, giovanile e dinamico. In pratica si tratta di diventare influencer in uno dei seguenti campi:

  1. bellezza legata al make-up; diventerete beauty influencer, esempio Huda Kattan (@hudabeauty 26 Mln di follower)
  2. bellezza legata alla moda (vestiti, scarpe, accessori etc.), in pratica dovrete essere fashion blogger tipo Cameron Dallas (@camerondallas 21 Mln di follower) e Chiara Ferragni (@chiaraferragni,14 Mln di follower);
  3. bellezza legata al corpo (fitness); questo comporterà esposizione in ogni scatto dei vostri lati migliori (non parlo del carattere ovviamente) come Jennifer Selter (@jenselter 12 Mln di follower).
  4. bellezza legata al lifestyle; è lo stile di chi vuole essere bello/a e libero/a, respirare l’aria delle Azzorre questa settimana, ma la prossima ammirare i panorami del Kilimangiaro. Nulla può fermarvi, siete un(a) globetrotter, la vita è vostra, e nelle foto siete trasandati ma con quei costumini nuovi e attillati, lo smalto perfetto sopra un selvaggio scoglio bagnato dalle virulente onde dell’oceano. Lo stile della vostra vita lo decidete voi. Come Julie Sariñana (@sincerelyjules 5 Mln di follower).

Principio 9: concentrarsi su Instagram avendo sempre il telefono sottomano. Non cadiamo per favore nel pensiero davvero ingannevole che esista una vita al di fuori di Instagram. E’ lì che c’è la vita vera, quindi pronti a scattare un selfie da 15mila like ovunque vi troviate: sotto la tour-Eiffel, a fare il bagno al cane, ma anche cose interessanti tipo telefmfonoicdoromenritonreo(??&&%).

Principio 10: siate davvero voi stessi. Il web in definitiva è fatto proprio per dare voce a tutti. Non è vero che dovete mirare ad essere persone in vista o famose. Chennesò un Justin Bieber (102 milioni di follower), una Selena Gomez (140 milioni di follower). Certo saranno bravi. Ma la verità vera, dimostrata, chiara a tutti è che

è l’ordinario che fa notizia, è proprio la gente normale come noi, che non si spara pose da VIP, che alla fine ha tanti follower perché apprezzata da tutti.

Tipo il mio amico che fa il termoidraulico ed è seguitissimo (@mgm_impianti_termoidraulici , 24 follower).

Gli altri sono solo pupazzi costruiti ad arte, in definitiva.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Iscriviti

Ricevi i post nella tua email

Il tuo indirizzo:

%d bloggers like this: