Blog

Scienza e social media – Part III

Dopo aver visto in un post precedente cosa siano i social network ed alcuni dei motivi sociali del loro successo, vediamo ora alcuni delle ragioni tecnologiche della loro immensa diffusione.

 

 3 Motivi tecnologici del successo dei Social Networks

I bisogni descritti sopra hanno potuto, tuttavia, trovare soddisfazione almeno parziale anche e soprattutto grazie all’evoluzione tecnologica senza precedenti nella storia dell’umanità, che ha reso possibile la diffusione dei SN per mezzo di:

  • Interfacce grafiche accattivanti e di facile utilizzo. Tale tema è vastissimo, mi limito ad alcuni accenni, come ad esempio l’esplosione del web 2.0. Esso è, in sintesi, un insieme di interfacce e di meccanismi che rendono l’esperienza di navigazione estremamente interattiva e personalizzata. Ciò è possibile con l’uso intensivo di insiemi di tecnologie e di standards come HTML5CSS3javascript. Esse integrano, oltre ad espetti esteticamente gradevoli, anche l’uso della georeferenziazione al fine di erogare i contenuti più adatti all’utente, assemblandoli con contenuti anche esterni e di terze parti di possibile interesse per l’utente.
    Tali nuove tecnologie comprendono protocolli asincroni che riducono i tempi di attesa apparente dell’utente, fornendo un elemento web alla volta e non obbligando l’utente ad aspettare il caricamento completo dei contenuti prima di visualizzare qualcosa; essi inoltre danno la sensazione singolare di “partecipare ad una esperienza” più che di “consultare dei contenuti”.
    Le interfacce grafiche, che ora includono messivamente animazioni, transizioni, modifiche dinamiche dell’aspetto dei contenuti (cf ad esempio le nuove specifiche per i fogli di stile CSS3) aumentano tale aspetto esperienziale.
  • Supporto per grandi moli di dati. Volendo schematizzare con una pseudo equazione, potremmo scrivere molti utenti=molti dati. Il paradigma secondo cui i dati dovevano essere accentrati su una sola macchina si sta rivelando insufficiente per le applicazoini relative ai SN che hanno avuto una incredibile espansione anche grazie a basi di dati distribuite che consentissero un elevato thorughput di transazioni e la possibilità di replicazione, anche a scapito della consistenza in tempo reale che non si è rivelata fondamentale per molte applicazioni dei SN.
    Tali basi di dati sono spesso basate su paradigmi non relazionali, o no SQL, come ad esempio couchDBmongoDBCassadra etc3
  • Incremento della banda. Un altro elemento che ha promosso la diffusione dei SN è l’aumento della banda di comunicazione, che permette il trasferimento di una mole sempre maggiore di dati e di un grande numero di transazioni al secondo, e quindi – osservandone l’aspetto concreto e quotidiano – consente agli utenti di stare collegati senza interruzione e di condividere la loro vita sui SN tramite foto, messaggi, notifiche di spostamento ecc.

 

Fra qualche giorno analizzeremo quale sia la nuova ricchezza nel mondo dei social e quali siano le opportunità che ssa fornisce alla scienza… stay tuned.

E per qualsiasi domanda, lascia un commento qui sotto.

 

 

CITAZIONI

3 per la consistenza e i database non relazionali si veda “CAP theorem” su wikipedia o su “couchDB, the definitive Guide”

 

 

HEADER IMAGE Photo by Samuel Zeller on Unsplash

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Iscriviti

Ricevi i post nella tua email

Il tuo indirizzo:

%d bloggers like this: